Virginio La Rocca > Trame  > MISIA PARIS. Il Viaggio in una stanza di tessuto

MISIA PARIS. Il Viaggio in una stanza di tessuto

MISIA PARIS è tessuto, MISIA PARIS è l’inaspettato di un ricordo che riemerge e ti accoglie nel calore del presente.

 

Chiudi gli occhi e viaggia. Lascia che le onde del tessuto avvolgano i tuoi pensieri. E sogna. Sogna più forte che mai nella tua dolce dimora.

 

Come VOYAGE KYÕTO-SHI MISIA PARIS, una collezione di tessuto nata nel 2017 che coniuga la tintura Shibori, il candore di un tessuto di lino e paillettes cotone facendo esplodere la sensazionale armonia che si crea tra la tessitura in rafia naturale nella sensualità di un velo metallico che richiama un crochet con nobili laminazioni geometriche su velluto.

Gli ideogrammi giapponesi, un’incisione tradizionale che ha ispirato il grande disegno “La danza dei Pescetti”, contribuisce a fondere le emozioni tessili in una dimensione di living parallelo. Cerimonia del tè è come una danza Geishe, una collezione di tessuti che evocano le melodie di un’antica ballata di Kyoto in cui le arti tradizionali sono sublimate da un tessuto nobile o prezioso.

 

Veli, tende e tessuto per foderare oggetti d’arredamento con toni neutri e delicati, punteggiati di color ruggine e blu Seychelles per un connubio ineguagliabile tra tradizione e modernità firmata MISIA PARIS.

 

Da Kyoto all’Italia, MISIA PARIS declina la Cerimonia del tè in Golden Pavilion, un velluto di viscosa realizzato con due lamierini successivi: una pellicola adesiva dal disegno geometrico ed una metallica multicolore che si lega con la delicatezza del disegno in una sovrapposizione magica che fa sognare architetti e designer grazie al tessuto nobilitato da una finitura “Airo” che conferisce consistenza alla massa. L’eleganza e la morbidezza di questo tessuto ricordano le gote soffici e voluttuose di una donna mediterranea. Il suo colore arancio bruciato, molto luminoso, aumenta la gamma e fa risplendere tende e cuscini di seduta degli ambienti più ricercati.

 

Mentre viaggi leva lo sguardo al cielo. È notte. Una splendida notte di Equinox MISIA PARIS, falso tessuto in stampa digitale 100% lino. Immagina di poter stringere a te la meraviglia posando il capo su cuscini soffici e avvolgendo il tuo vagare in protettive tende bronzo, Seychelles e champagne. O se preferite c’è la struttura fine di chevron Hanadai, tessuto delicato di lino e cotone naturale, morbido capace di trasmettere confort e dolcezza ad ogni arredo grazie ai riflessi di luce satinata. E se il desiderio di luce non è mai abbastanza, fiumi di paillettes in tessuto della versione Geiko inonderanno il vostro sguardo come raggi di sole che scaldano il cuore.

Geiko è il tessuto MISIA PARIS che descrive un modello sottile chevron nobilitato da tessitura con fiocchi discreti. La viscosa conferisce splendore e sontuosità a questo tessuto che richiama l’opulenza dell’oro e dell’argento.

Mentre se il desiderio è quello di sobrietà e compostezza, MISIA PARIS soddisfa ogni spunto creativo con il tessuto Hadanai.

 

Il viaggio è fanciullezza, voglia di libertà, come quando si è bambini. MISIA PARIS interpreta il ritorno all’infanzia con Segni gioco, tessuto in cotone jacquard, una poesia che sgorga dalla combinazione di due materiali in apparenza contrastanti. Un gioco, anche questo, di una base in cotone fiammato naturale ed un filato di poliammide stile rafia, moderno che disegna uno schema ispirato agli script giapponesi, come depositati dalla spazzola. Segni gioco si presta alla produzione di teli flessibili, per fluidi e Tombers sensoriali.

 

E mentre procede nel suo pellegrinaggio tra il bello del tessuto, il viaggiatore amante del design e dell’arredamento, sia egli architetto o interior designer, privato sognatore o arredatore, necessita di ristoro.

 

Onde Jade è un raso di lana MISIA PARIS in cui la tecnica di stampa digitale ha permesso di riprodurre un grande disegno geometrico, in stile Art Dèco. I suoi due colori, ricchi e profondi, sono stati accuratamente lavorati per ottenere le armonie dei toni del rame e verde oliva capaci di cullare il riposo dei pensatori, pronti a ripartire verso le mete del Monte Fuji, un tessuto MISIA PARIS tra i più moderni in assoluto dove si incontrano rafia, viscosa e lurex che disegnano strisce di colori alternati. Un nastro nella tessitura crea i piccoli punti maglia, che riescono ulteriormente illuminare il tessuto.

Ed ecco la Principessa Aiko MISIA PARIS , un tessuto in seta e lino jacquard amalgamati in un’interazione di luce opaca e lucida. Il tono su tono crea vortici casuali ed iridescenti in una gamma di di 15 colori vitati a donare regalità a tende e cuscini.

Più in là si sente il profumo d’Oriente con Sol Levante MISIA PARIS, una seta jacquard, cotone e lino su tessuto iridescente ispirato Art Déco. Basta un tocco per evocare le corolle setose delle ninfee grazie al filato acrilico termoretraibile.

 

E tra mille tesori che il viaggiatore può incontrare, ce n’è uno più prezioso. È L’oro di Kyoto: raso di seta e cotone che creano un gioco di chiaroscuri sospesi tra lucido e opaco. La combinazione di filati di cotone e poliestere opaco disegna una stella dal disegno geometrico, mentre giunta la mezzanotte Giada, tessuto caldo color oro, raso arancio bruciato temperato risveglia gli istinti più segreti.

 

Per le strade del viandante si scrive la storia di mille esistenze. Strade Giapponesi è una viscosa su una base di cotone. La profondità di colore è accentuata dal filo loop, tagliato in maniera imprecisa che dona al tessuto MISIA PARIS un effetto tridimensionale.

 

E si torna in Italia con Il Santuario di Koya, un cotone tinto di velluto con la tecnica “spray died” esaltati da una prima laminazione che deposita il film adesivo disegnando il pattern irregolare e da una la seconda pellicola metallica multicolore che si lega con la delicatezza del disegno.

 

 

Ed ecco che dal tessuto nascono i rivestimenti murali ed un Astre s’éveille, un velluto multicolore grassetto che combina un innovativo raster o effetto ottico, e la contemporaneità di piccoli motivi geometrici ispirati all’arte asiatica, verso un’immersione nella notte tra i grattacieli Greater Tokyo, tra le sue insegne al neon e i quartieri alla moda, nella folla che attraverso i vicoli che si intrecciano. Un’allegoria delle più grandi metropoli del mondo che MISIA PARIS raccontano attraverso una combinazione di colori forti, selezionati con grande cura: rosso rubino, blu Misia, jade green arancio e bruciato.

 

Tra i rivestimenti murali MISIA PARIS troviamo altre incantevoli sorprese.

SOGNO BURCHELL è una collezione che unisce jacquard incrinato Grandi Rift dell’Africa, osando vele laminate di lino, velluto sensualità mohair, rasi di lana che sono un inno alla femminilità, così come la morbidezza della lana Alpaca Suri, l’allegria delle stampe e la libertà delle sete e i materiali sempre più rari per un tocco eccezionale all’arredamento come il raso nelle tonalità di arancio bruciato, blu MISIA PARIS, ametista e terra di Siena.

Envolée SELVAGGIO, poi, è l‘avventura di un velluto jacquard in lino e seta jacquard che si uniscono per evocare la morbidezza degli animali, della lana d’agnello e mohair in un’ infinita ricchezza sensoriale. I motivi cracking, destrutturato, ondulato creano diverse trame per una collezione ideale per la tende o per le sedute.

E per chi vive ogni giorno con l’animo in festa c’è Paris Festive MISIA PARIS, risultato di un universo festoso che da vita ad una collezione di giochi di chiaroscuro di stupefacente lucido satinato, dove l’iridescente dei lamierini stessi si fondono con il velluto nel la superficie a specchio. La sua gamma colori, attinge dalle passioni ardenti della Parigi degli anni venti: l’ubriachezza oro o champagne, le gelosie di perle o di argento, avorio o passioni ambra rame.

Da Parigi a Miami, in grassetto o classici, sensuali o eccentrici, sobri o ricercati, le sfumature di incomparabile profondità MISIA PARIS si concretizzano in Città Ile, mentre SLIP Mahale, con lamierini di rame ed effetti 3D, cera e resina e pigmenti rilievo trova tutte le competenze di MISIA PARIS in una nuova collezione di rivestimenti scenici e da parete. All’universo di grande safari degli inizi del secolo l’Africa si unisce l’emozione, l’audacia e il fascino della Parigi dei ruggenti anni Venti.

Flashy Dome è la replica murale del suo tessuto omologo Dream Rotonda che con il suo disegno geometrico in jacquard poliammide svela la tecnica di tessitura ricca di contrasti; Sogno di Ernest è un rivestimento murale in catena tessuta con filati di cotone naturale e trama poliammide con un filo di poliestere rafia che conferiscono risonanze esotiche e effetto lucido sottile al modello fogliame ivi illustrato, mentre Music Hall è la replica murale del tessuto omologo Jewellery Mistinguett su una base in metallo argento per una finitura satinata sottile in cui la tecnica di stampa digitale è responsabile per il suo design della sua larghezza insieme alla ricca gamma di colori.

Un viaggio di piacere e di riflessioni, Reflections Seine MISIA PARIS che si trasformano in una stampa digitale basata su Mylar e composta da due non tessuti tra cui è stato depositato un sottile foglio di carta stagnola con riflessioni multiple iridescenti.

Viaggio come Safari, su un tappeto volante che diventa una base in metallo argento su cui si posano riproduzioni molto realistiche di una serie di fotografie d’epoca che richiamano l’universo di African Safari 1920.

Viaggio nel passato, nei Twenties di una serie di fotografie d’epoca che incarnano l’audacia e glamour coltivati ​​a Parigi nel 1920 e viaggio verso l’interiorità con Mahale, rafia esotica a falso effetto sconnesso. La lama di poliestere, prevede che effetto iridescente sottile sulla superficie, e gioca in risonanza con argento metallico di sfondo.

 

Viaggio tra creature sconosciute e felini affascinanti con Royal Guepard, tessuto non tessuto, trasferimento di stampa digitale rivestito in grado di riprodurre su “Reale Cheetah” l’iconico cappotto screziato la cui superficie è esaltata da una cera color champagne.

Viaggio come cammino per Le strade di Zanzibar MISIA PARIS, replica murale del tessuto omologo L’isola delle spezie.

 

Viaggio che lascia un segno indelebile nel cuore e nella memoria come Swahili Footprint: su una base di tessuto non tessuto, un rigonfiamento di inchiostro che sovrastampa il modello di impronte digitali, proprio come il velluto “Swahili” tinta rame per il carbonio, e denaro per i colori tinta avorio.

Un impronta distintiva come quella che Virginio La Rocca sarà in grado di regalare ai vostri ambienti. Un impronta indelebile come l’effetto che otterrete nei vostri ospiti al loro ingresso nel vostro “Viaggio in una stanza by MISIA PARIS”.

MISIA PARIS

Silvia Tramatzu